Dove vanno le Scienze dell’educazione?

Conferenza del prof. Michele Pellerey presso la Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium di Roma il 20 febbraio 2021.

Registrazione completa dell’intervento (45 minuti)

L’intervento di Michele Pellerey, Professore Ordinario Emerito di Didattica nella Facoltà di Scienze dell’Educazione della Università Pontificia Salesiana alla giornata dei dottorandi della Pontificia Facoltà di Scienze dell’Educazione Auxilium di Roma ha fatto una carrellata storica sull’origine delle scienze dell’educazione in modo chiaro e dettagliato. Quindi ha toccato le questioni aperte in questo momento e soprattutto le problematiche di una concezione scientifica dell’educazione:

  • Cosa significa scienza in riferimento al campo educativo?
  • Come conciliare le diverse discipline della pedagogia, psicologia, filosofia dell’educazione, didattica eccetera?
  • Perché utilizzare al plurale la definizione di scienze dell’educazione?

Con eccezionale lucidità, precisione e anche una buona dose di simpatia il professor Pellerey ha risposto in modo esaustivo a tutte queste domande e a molte altre ancora ma, senza dilungarmi oltre, suggerisco di ascoltare il video della relazione.

Riaprire le scuole

Per riaprire le scuole ci vorrebbe poco, per metterle in sicurezza molto di più. Intanto, però basterebbe procedere in modo graduale per risolvere uno a uno i vari problemi che si sono accumulati nel corso dei decenni.

È quanto propone un appello di un gruppo di politici e insegnanti, procedere con poche cose concrete, gradualmente… Esattamente il contrario di quello che ha fatto il mnistro.

In sintesi:

  • Una piattaforma nazionale per la didattica digitale integrata
  • Un database unico per il tracciamento dei casi covid a scuola
  • Impianti di filtraggio e sanificazione dell’aria, nelle aule sovraffollate sarebbero utili ogni anno anche per contrastare l’influenza e altre epidemie sottovalutate.

Non è vero che i “gomblottisti” non vogliono riaprire le scuole, in un anno dall’inizio della pandemia era assolutamente possibile realizzare qualcuna di queste poche proposte.

Continua a leggere

Digital Talent Fair 2020

Piattaforma virtuale con tutte le aziende
Locandina dell’evento Digital Talent Fair
Tavola rotonda virtuale con le aziende

Il giorno 3 Dicembre 2020 si terrà una videoconferenza tramite la piattaforma virtuale di Microsoft Teams, dalle ore 10.00 alle ore 17.00 dedicato al mondo del lavoro, all’Orientamento e all’Autoimprenditorialità in collaborazione con L’Università degli studi Roma Tre e con Employerand rivolto agli studenti laureandi e neo- laureati. Durante la conferenza è possibile partecipare e comunicare con i responsabili delle risorse umane di molte aziende riportate nella locandina e caricare il proprio Curriculum Vitae.

  1. Per partecipare all’evento è necessario iscriversi a questo sito: https://www.assessmentzone.it/romatre/
  2. Per informazioni sull’evento consultare il sito: https://romatre.digitaltalentfair.it/

Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

25 Novembre 2020 – Giornata Internazionale per porre fine alla violenza di genere

Vorrei che le donne avessero potere non sugli uomini ma su loro stesse. – M. Wollstonegraft (1759 – 1797) è stata filosofa e scrittrice inglese, è stata una figura importante nell’ambito della storia delle donne, nonché madre di Mary Shelley. Scrisse uno dei primi documenti sui diritti delle donne – “I diritti delle donne” M. Wollstonecraft.

Rivendicazione dei diritti della donna - Wikipedia
L’opera di M. Wollstonecraft – I diritti delle donne – Rivendicazione dei diritti della donna: con critiche sui soggetti politici e morali, 1792.

Per approfondire l’argomento, seminario on- line gratuito: https://www.igeacps.it/corso/seminario-gratuito-online-la-violenza-sulle-donne-riconoscerla-per-intervenire/?utm_source=mailup&utm_medium=newsletter&utm_campaign=seminario-violenza

I Cirannini!

Ho scoperto che sono ancora in vendita i famosi Cirannini!
Forse i più giovani, nativi digitali e ferventi follower di Wikipedia, non sanno neanche di che cosa si tratti. Quando andavo a scuola per prepararsi a un’interrogazione, a un compito in classe, a un esame si potevano acquistare per poche centinaia delle vecchie lire i famosi Cirannini. Si tratta della sintesi delle sintesi dei libri di testo scolastici e universitari, una specie di distillato di nozionismo utile per ricordarsi centinaia di date e di dati quando non ancora non era possibile consultare al volo Google.

Alambicco

Molti dei nostri intellettuali, avvocati, medici, dirigenti e insegnanti sono riusciti a superare gli esami universitari oppure un concorso pubblico grazie al supporto culturale degli incommensurabili Cirannini… forse adesso riesci a comprendere meglio alcune delle problematiche della nostra classe dirigente.

Seminario On- line “Il futuro dello Smart working”

Seminario del Sociologo Domenico De Masi – Docente emerito di sociologia del lavoro Università degli Studi La Sapienza di Roma

Data dell’evento: 3 Dicembre 2020 dalle ore 9.00 alle ore 18.00 in modalità a distanza;

Per info e contatti: info@s3studium.com

Per partecipare all’evento iscrizione al sito: https://bit.ly/32JILuf

Per scaricare e consultare il programma il sito: https://bit.ly/32YbSK2

Outdoor Education

di Ilaria D’Aprile

Praticare Outdoor Education, come ci dice l’autrice, significa valorizzare lo spazio esterno come contesto educativo, mettendo al centro i bisogni dei bambini e degli educatori verso una comunità educante, che non pensa soltanto all’oggi ma immagina anche gli uomini e le donne di domani.

La pedagogia dell’espressione e il teatro Shakespeariano

La pedagogia dell’espressione rappresenta una parte della pedagogia che analizza e studia le metodologie e le espressioni dell’uomo attraverso varie forme d’arte. Questa disciplina nasce e ha origine nell’ambito della filosofia antica a partire da Socrate nel V secolo a.C. attraverso il concetto antico di paideia che significa precisamente educazione e formazione completa dell’uomo. La pedagogia dell’espressione si focalizza sul dare importanza alla persona e alla comunicazione attraverso varie forme artistiche come la danza, il movimento, l’espressione verbale e non ma soprattutto si focalizza sulla valorizzazione delle emozioni considerata come strumento più alto di espressività dell’uomo. In particolar modo il teatro viene considerato uno dei luoghi più importanti per poter mettere in pratica questa forma di espressività umana attraverso la recitazione e la manifestazione di sé.

Competenze chiave individuate a livello comunitario

Il portale fornisce un patrimonio unico di informazioni e notizie, rilevate a livello comunitario e nazionale, e organizzate per approfondire ognuna delle competenze chiave individuate a livello comunitario (Recommendation 2006/962/EC on key competences for lifelong learning), con l’obiettivo di contribuire alla loro effettiva inclusione in metodologie didattiche, percorsi formativi, progetti professionali e iniziative culturali, condivise, promosse e erogate in collaborazione con esperti e partner istituzionali di settore.