Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne

Storia delle donne

Perchè il 25 Novembre? Il 25 novembre del 1960 nella Repubblica Dominicana Minerva e Maria Teresa decidono di far visita ai loro mariti, Manolo Tavarez Justo e Leandro Guzman, detenuti in carcere. Patria, la sorella maggiore, vuole accompagnarle anche se suo marito è rinchiuso in un altro carcere e contro le preghiere della madre che teme per lei e per i suoi tre figli. L’intuizione della madre si rivela esatta: le tre donne vengono prese in un’imboscata da agenti del servizio segreto militare, torturate e uccise.
Il loro brutale assassinio risveglia l’indignazione popolare che porta nel 1961 all’assassinio di Trujillo e successivamente alla fine della dittatura.

La crisi sanitaria attuale ha accentuato il problema: i dati Istat mostrano una forte crescita del numero nazionale al 1522 nel primo periodo di lockdown in Italia. Rispetto al 2019, le donne vittime che si sono rivolte al numero antiviolenza 1522 in Lombardia sono aumentate del 25% nel periodo 1 marzo-16 aprile 2020.  Ogni 3 giorni vieni uccisa una donna, ad oggi sono 91 le donne uccise per femminicidio.

Lettura di libri consigliati: Georges Duby – Michelle Perrot – Storia delle Donne (l’Ottocento), Edizione Laterza 2016; Georges Duby – Michelle Perrot – Storia delle Donne (il Novecento) Edizione Laterza 2011.

Questo articolo è stato pubblicato in Antropologia, Attualità, Filosofia, Pedagogia e Didattica, Storia e contrassegnato come da Cecilia Pallotta . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Cecilia Pallotta

Sono Cecilia Pallotta, ventisei anni Diplomata presso il Liceo Socio psicopedagogico E. Montale ed Educatrice Laureata in Scienze dell'Educazione con votazione 100/110 presso l'Università degli studi di Roma Tre. Attualmente specializzanda in Scienze Pedagogiche nella stessa Università. Ho svolto un periodo di osservazione presso uno studio di logopedia e svolgo attività di doposcuola per ragazzi delle scuole elementari e medie. Da molti anni studio pianoforte e canto. Scrivo articoli di approfondimento pedagogico e filosofico presso questa rivista.